...
🧑 💻 Tutto il più interessante dal software, automotive, mondo. Ha tutto ciò che devi sapere su dispositivi mobili, computer e altro ancora per i geek.

Non possiedi i tuoi gadget supportati dalla piattaforma

11

Fitbit

Ho una brutta notizia per te: in realtà non possiedi i tuoi gadget. Cioè, non se si basano su un servizio connesso esterno. È sempre stato così, ma gli ultimi mesi sono serviti a sottolineare un principio fondamentale di come funziona la tecnologia moderna. Diamo un’occhiata ad alcuni esempi.

Non possiedi i tuoi gadget supportati dalla piattaforma

Sotto l’armatura

L’intimo preferito di Tony Stark è apparentemente in una sorta di crisi per l’intera azienda, ma lo è doppiamente per la sua tecnologia connessa di "fitness indossabile". Dopo aver acquisito app di fitness estremamente popolari come MyFitnessPal, Endomondo e MapMyFitness, l’azienda ha cercato di espandersi nel arena competitiva di dispositivi indossabili e tracker di dati specifici per il pubblico sportivo. È stato un enorme fallimento e l’hardware per il fitness di Under Armour verrà effettivamente murato alla fine di questo mese.

Un altro esempio viene da Spectrum, un provider di servizi Internet statunitense. Come la maggior parte dei suoi concorrenti, sta cercando di entrare nel mercato della casa intelligente. O almeno lo era: a gennaio, l’azienda ha annunciato che avrebbe abbandonato il servizio di sicurezza domestica, lasciando all’oscuro i clienti che pagavano per le sue costose telecamere connesse al web. Le telecamere, vendute da Spectrum e marchiate come apparecchiature proprie, sono volutamente incompatibili con altri sistemi smarthome.

Più recentemente, Philips ha annunciato che l’originale Hue Bridge, necessario per il funzionamento delle lampadine intelligenti originali Hue, non riceverà nuovi aggiornamenti a partire dal 30 aprile. Più allarmante, l’ultimo aggiornamento chiuderà completamente l’accesso al web del Bridge, il che significa che non sarà accessibile a piattaforme di casa intelligente come Google Assistant o Amazon Alexa. Sta perdendo gran parte delle sue funzionalità, alcuni utenti direbbero la maggior parte. Tecnicamente funzionerà ancora su reti locali tramite un’app legacy e le versioni più recenti di Bridge continueranno a funzionare. Almeno per ora.

Non possiedi i tuoi gadget supportati dalla piattaforma

Uno di questi gadget smarthome è supportato. L’altro no. Acquista quello giusto! Philips

Tutte queste chiusure provengono da società che erano, o sono, almeno in qualche modo affidabili. Questo elenco non include nemmeno le aziende che sono fallite e, naturalmente, hanno lasciato i loro prodotti non supportati.

Ad esempio, i clienti guardano Fitbit con trepidazione perché l’azienda è stata acquisita da Google, apparentemente per sostenere la propria strategia indossabile in difficoltà. Ciò potrebbe dare agli ex fan di Pebble un po’ di schadenfreude: Fitbit ha acquistato quel primo produttore di smartwatch e ha chiuso i suoi servizi connessi nel 2017.

Ci sono cattive notizie, poi ci sono notizie peggiori

La cattiva notizia è che questo genere di cose continuerà solo quando diventiamo più dipendenti dai servizi tecnologici rispetto ai dispositivi tecnologici.

I servizi gratuiti e il supporto sono diventati così transitori che ci aspettiamo che alcuni dispositivi connessi smettano di funzionare a un certo punto: i telefoni Android dovrebbero ricevere almeno due anni di aggiornamenti software, ma molti modelli più economici non arrivano nemmeno così lontano. I dispositivi smart home, di decine o centinaia di produttori diversi che si appoggiano all’integrazione con le piattaforme esistenti, potrebbero essere ancora più suscettibili a problemi di supporto a lungo termine.

La notizia peggiore è che non puoi farci niente. Come utente finale, la tua capacità di guidare le decisioni delle aziende su cui fai affidamento è praticamente nulla, oltre a continuare a pagarle. Se fai affidamento su un servizio per il quale non paghi continuamente, c’è almeno qualche possibilità che scompaia. Tuttavia, c’è la possibilità che possa scomparire anche se lo paghi.

Prendiamo ad esempio l’afflusso relativamente recente della tecnologia Connect Fitness. Tonnellate di nuovi dispositivi connessi per la palestra domestica cercano di scimmiottare il successo di Peloton, completi di abbonamenti per lezioni di ginnastica e aggiornamenti software. Cosa succede quando quel mercato inevitabilmente si contrae, lasciando molti di questi prodotti di avvio privi di contenuto o supporto? Il meglio che puoi sperare è una macchina per esercizi che funziona ancora senza campane e fischietti. Lo scenario peggiore sarebbe uno specchio intelligente da $ 1.500 che ora è solo, beh, uno specchio.

Non possiedi i tuoi gadget supportati dalla piattaforma

Le biciclette connesse di Peloton potrebbero essere dei mattoni molto costosi se l’azienda fallisse. pelotone

E ci sono scenari peggiori. Le nuove auto ed elettrodomestici ora sono così connessi che necessitano di aggiornamenti di sicurezza. Se Ford o Tesla decidessero che non è più conveniente mantenere aggiornato il software della propria auto, i clienti potrebbero costare decine di migliaia di dollari, per non parlare dei potenziali problemi di sicurezza.

Che cosa si può fare?

Quindi, non puoi impedire a un’azienda di cancellare una linea di prodotti o semplicemente di cessare l’attività. Cosa sai fare? Le tue opzioni sono limitate, ma la cosa migliore da fare è semplicemente essere consapevole che perdere l’accesso ai tuoi dispositivi connessi è sempre una possibilità. Sii consapevole di questo e preparati a passare a un’alternativa se necessario.

Assicurati di tenerlo a mente quando acquisti nuovi dispositivi. Spendere mille dollari per un nuovo iPhone è un investimento abbastanza sicuro in termini di supporto hardware e software: Apple non andrà da nessuna parte nei prossimi anni. Questo è un fatto che probabilmente infastidirà coloro che hanno speso un pacchetto per un nuovo telefono Essential, solo per vedere l’azienda chiudere dopo un telefono e un concetto.

Questo limita le tue scelte ad aziende sicure, magari riluttanti a innovare? Lo fa. Ma è una questione di quanto sei disposto a investire in un’azienda e in una piattaforma, in termini di denaro, dati e tempo.

Fonte di registrazione: www.reviewgeek.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More